preloader

PARODONTOLOGIA

PARODONTOLOGIA

La parodontologia si interessa dello studio e della terapia dei tessuti di sostegno dei denti, rappresentati da osso alveolare, gengiva, legamento parodontale e cemento radicolare.
La parodontologia opera per la prevenzione, la diagnosi e la cura della malattia parodontale (chiamata in alcuni casi volgarmente piorrea), la cui causa determinante è la placca batterica parodontopatogena.
Da tutto questo si desume che essa è strettamente correlata all’igiene orale ed ha come principale obiettivo proprio la promozione di una continua, attenta ed accurata igiene domiciliare e professionale.
Grazie ad essa è possibile curare i vari aspetti della malattia parodontale, specie nei suoi stadi iniziali, evitando che la patologia proceda sino a determinare prima una mobilità e poi la perdita degli elementi dentari.
Essenziale risulta l'aiuto del paziente che, a casa, dovrà effettuare un continuo controllo di placca con adeguate manovre di igiene orale.
Per fare diagnosi di malattia parodontale è fondamentale il ruolo dello specialista parodontologo, il quale innanzitutto dovrà effettuare una visita del cavo orale con l'ausilio di uno strumento indispensabile come la sonda parodontale.
Importante quindi la compilazione di una scheda parodontale in cui indicare tutti quei dati e quei parametri che aiutano a valutare lo stato dei tessuti di sostegno dei denti del paziente.
Dopo aver effettuato una diagnosi si può quindi procedere con l'elaborazione di un piano di trattamento che può essere non chirurgico (mediante l’uso di strumenti manuali e ultrasuoni in grado di rimuovere placca e tartaro) o chirurgico (da attuare se tessuto osseo e gengive sono fortemente compromessi dalla malattia parodontale).
Anche le recessioni gengivali possono essere curate con la chirurgia muco-gengivale volta alla ricopertura completa o parziale delle radici esposte.
Dott.ssa Mariafrancesca Paparusso
Dott.ssa Mariafrancesca Paparusso
Parodontologia e Protesi